Roma, studentessa ha malore in classe e muore a 17 anni. Aveva impiantato da poco un salva-vita

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Dicembre 2019 14:14 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2019 14:18
Federica Parmigiani, malore in classe e muore a 17 anni. Aperta indagine

Foto archivio ANSA

ROMA – Ha avuto un malore mentre era in classe ed è morta in poco più di mezz’ora. Inutili i soccorsi e la corsa disperata dal liceo di Grottaferrata che Federica Parmigiani, 17 anni appena, frequentava e il policlinico Casilino a Roma. La ragazza era stata sottoposta all’impianto di un defibrillatore sottocutaneo per problemi cardiaci due mesi fa e ora la Procura indaga per determinare le cause della morte, con un fascicolo per omicidio colposo al momento senza indagati. Le autorità hanno disposto l’autopsia e l’acquisizione della cartella clinica della giovane.

Secondo una prima ricostruzione, Federica si trovava in classe quando all’improvviso ha accusato un malore nella sua classe del liceo Bruno Touschek di Grottaferrata, vicino Roma. La corsa in ospedale però non è bastata a salvarle la vita e ora la Procura vuole capire se la ragazza sia morta per un problema al dispositivo salvavita che le era stato impiantato da poco, oppure se il suo cuore non abbia retto e il decesso sia avvenuto per cause naturali.

Come riferito da Il Messaggero, la Procura di Roma ha aperto un fascicolo senza indagati e ha nominato due consulenti, il professore Antonio Oliva, medico legale del Policlinico Gemelli, e il collega Vincenzo Arena, ricercatore di anatomia patologica, che dovranno fornire le conclusioni dell’autopsia eseguita venerdì presso l’istituto, tenendo conto anche degli accertamenti di un esperto cardiologo. Grottaferrata e Frascati intanto si preparano a salutare Federica, e ad abbracciare la sua famiglia. I funerali si terranno domani alle 15 nella cattedrale San Pietro di Frascati. (Fonte Il Messaggero)