Roma, nel 2007 occuparono piazza Venezia contro Veltroni: a processo 470 tassisti

Pubblicato il 18 Gennaio 2011 17:31 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2011 17:40

Il 19 gennaio, dinanzi al Tribunale Penale di Roma, inizia il processo contro 470 tassisti della capitale, coinvolti nelle agitazioni di protesta del 2007 nei confronti dell’allora giunta Veltroni.

Il 28 e il 29 novembre del 2007 un elevato numero di auto bianche, ”al fine di protestare contro il provvedimento dell’amministrazione capitolina col quale si approvava la liberalizzazione delle licenze taxi – si legge in una nota del Codacons – interruppe il proprio servizio, omettendo di rispondere alle chiamate inoltrate dei centralini e concentrandosi nella zona di Piazza Venezia, lasciando le autovetture in sosta sulla carreggiata stradale della piazza e delle vie limitrofe, bloccando per ore e ore la circolazione stradale e impedendo il passaggio dei mezzi pubblici”.

A seguito di tale episodio, il Codacons presentò formale denuncia in Procura, ”e ora quasi 500 tassisti coinvolti nello sciopero sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di interruzione di pubblico servizio – prosegue il Codacons – Domani dinanzi al Tribunale di Roma il Codacons si costituirà parte civile, per conto dei cittadini della capitale ingiustamente danneggiati dalla manifestazione di protesta selvaggia dei tassisti”.