Roma, tentarono stupro a una commessa: tornano a suonare davanti al negozio

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2014 12:50 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2014 12:50
Roma, tentarono stupro a una commessa: tornano a suonare davanti al negozio

Roma, tentarono stupro a una commessa: tornano a suonare davanti al negozio

ROMA – Il 9 gennaio aggredirono e tentarono di violentare una commessa di via Frattina, in pieno centro a Roma. Oggi sono tutti a piede libero, hanno solo l’obbligo di firma, e sono tornati a suonare con i loro strumenti proprio a via Frattina, a pochi passi dal negozio dove la giovane continua a lavorare. Protagonisti della vicenda 4 musicisti di strada di origine polacca.

Il 9 gennaio scorso avvicinarono la ragazza mentre usciva dal negozio e, ubriachi, l’aggredirono senza, fortunatamente, riuscire a completare il loro scopo. In tre furono subito acciuffati, un quarto venne identificato poco dopo. Nella fuga ferirono anche una vigilessa. I quattro finirono in carcere accusati di tentato stupro ma ora, in attesa del processo, sono stati scarcerati e hanno l’obbligo di firma in una caserma a Lavinio. Per il resto della giornata hanno libera circolazione.

E così, come nulla fosse, sono tornati a suonare dove hanno sempre fatto: proprio in via Frattina, vicino al negozio della giovane aggredita. I commercianti della zona hanno solidarizzato con la ragazza e hanno tentato di allontanare i quattro, ma senza un provvedimento specifico del magistrato, i polacchi evidentemente hanno libera circolazione.