Roma Termini, guasto agli impianti di circolazione: treni in tilt

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Gennaio 2020 9:08 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2020 10:56
Roma Termini, guasto agli impianti di circolazione: treni in tilt

La stazione Termini a Roma (foto ANSA)

ROMA – Un lunedì mattina nero per migliaia i pendolari a causa di un “inconveniente tecnico” segnato agli impianti di circolazione di Roma Termini. Il guasto si è verificato alle 6:55 di questa mattina, 13 gennaio, e sta  determinando un rallentamento della circolazione ferroviaria “con ritardi fino a 60 minuti”. Rft, spiega che “prosegue la riprogrammazione del servizio con cancellazioni, limitazioni e deviazioni di percorso per i treni a lunga percorrenza”. 

Per il presidente Carlo Rienzi sono guasti che, “seppur di durata limitata, creano disagi enormi ai viaggiatori, perché determinano ritardi a cascata dei convogli e la cancellazione dei treni, con conseguenti disservizi per gli utenti”. “Chiediamo che i diritti dei consumatori siano pienamente garantiti, e che sia disposto il rimborso automatico dei biglietti in favore di tutti i viaggiatori coinvolti nei ritardi odierni”, conclude Rienzi.

Dalle 10 la circolazione allo scalo di Roma Termini è in graduale ripresa, anche se alcuni treni in partenza registrano ancora ritardi fino a 57 minuti. Da questa mattina, informa Trenitalia, sono stati cancellati cinque treni. La situazione più delicata riguarda i treni in arrivo a Termini. Tutti i convogli registrano ritardi, dai pochi minuti fino alle 2 ore accumulate da quello in arrivo da Monaco. 

Traffico rallentato anche sulla linea Alta Velocità Bologna-Firenze dalle 9:30 per un controllo tecnico ad un treno a Bologna San Ruffillo. Ritardi fino a 30 minuti per i treni in viaggio.

Sulla linea Roma – Firenze il traffico ferroviario è rallentato dalle ore 8:55 per un guasto alla linea nei pressi di Firenze Campo Marte. E’ quanto si legge sul sito di Trenitalia. Il maggior tempo di percorrenza è fino a 30 minuti per i treni in viaggio. Il treno direttamente coinvolto è l’ FR 9607 Torino Porta Nuova (5:50) – Napoli Centrale (11:33). Fonte: REPUBBLICA – ANSA.