Roma, sfonda a testate la parete del commissariato: “Mi state a sequestrà”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 21 marzo 2019 1:19 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2019 1:21
Roma, sfonda a testate la parete del commissariato: "Mi state a sequestrà" VIDEO

Roma, sfonda a testate la parete del commissariato: “Mi state a sequestrà”

ROMA – Ha sfondato a testate la parete del commissariato, dove era stato portato dopo una perquisizione in casa. E’ successo la scorsa notte a Roma. In un video ripreso con un cellulare si vede l’uomo dare in escandescenze e tirare craniate contro il muro della sala d’attesa. 

Il giovane, 32 anni, chiede di chiamare un’ambulanza e il suo avvocato. “Mi state a sequestrà“, ripete mentre continua a colpire la parete. A fermarlo è un agente che lo placa con lo spray urticante. 

Secondo quanto si è appreso, l’uomo era tenuto sotto controllo e, durante una perquisizione a casa, avrebbe aggredito i poliziotti e minacciato di buttarsi giù. Fermato per resistenza a pubblico ufficiale è stato poi condotto al commissariato di Torpignattara. Tre agenti sono stati refertati con prognosi dai 3 ai 5 giorni. Il 32enne è stato arrestato. (fonte: Ansa)