Roma. Nuovo caso di Tbc: studentessa malata, 10 contagi a scuola

Pubblicato il 27 Marzo 2012 15:06 | Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2012 15:06

ROMA – Un altro caso di tubercolosi a Roma fa temere il contagio. Una ragazza minorenne dell’istituto d’Arte Roma II in via del frantoio si è ammalata di tubercolosi. I test svolti dalla Asl Rrm8 ha individuato 10 persone, di cui 9 studenti ed un professore, che hanno contratto l’infezione ma non sono contagiosi. La profilassi è stata estesa a 58 persone. La preside Mariagrazia Dardanelli ha rassicurato: “Nessun focolaio di infezione”. Ma la preoccupazione dei genitori dei ragazzi che frequentano l’istituto è alta.

La studentessa non andava a scuola da gennaio, ma a marzo la diagnosi è stata accertata. La ragazza soffre di tubercolosi polmonare e si trova sotto osservazione al Policlinico Umberto I, ma non è in pericolo di vita e risulta in via di guarigione. La preside Dardanelli racconta: “Ho subito diramato una circolare con le più elementari norme igieniche. Purtroppo gli adolescenti le eludono spesso, si scambiano anche le gomme da masticare. Comunque la ragazza non l’ha contratta a scuola”.

La preside ha organizzato un incontro tra medici e genitori nell’istituto di via del Frantoio, in zona Tiburtina, per tranquillizzare gli animi: “L’aula magna era piena, qualche mamma era agitata ma poi, sentendo parlare i medici che sono stati bravissimi, hanno capito che non c’è alcun pericolo. Anche per i 10 casi risultati positivi le radiografie hanno detto che non ci sono focolai di infezione. Sono stati fatti controlli preventivi nella scuola, nella classe della ragazza, nelle altre aule e su tutti i docenti”.