Roma, turista fotografa “statue viventi” e non dà soldi: aggredito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 dicembre 2013 11:40 | Ultimo aggiornamento: 29 dicembre 2013 11:41

Roma, turista fotografa "statue viventi" e non dà soldi: aggredito ROMA – I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato tre bengalesi, due 20enni e un 17enne, per tentata estorsione nei confronti di un turista italiano che non aveva voluto dare denaro dopo aver fotografato alcune “statue viventi”. L’episodio è accaduto in via dei Fori Imperiali dove, su un marciapiede, alcuni artisti di strada si stavano esibendo, immobili nella loro posa, per raccogliere offerte dai passanti.

Un turista, 39enne della provincia di Novara, si è fermato fotografando le “statue viventi” per poi allontanarsi senza consegnare l’offerta. Immediatamente è stato raggiunto da cinque bengalesi, impegnati a vigilare i loro connazionali che si stavano esibendo e ai quali non era sfuggita la mancata offerta. Lo hanno circondato impedendogli di allontanarsi e minacciandolo affinché consegnasse qualche moneta per gli scatti.

In quel momento è passata la pattuglia dei Carabinieri che è stata avvicinata dalla vittima che ha raccontato l’episodio accaduto poco prima. I militari si sono fatti indicare dal turista le persone che lo avevano minacciato, ma dei cinque stranieri ne erano rimasti solo tre, gli altri due erano fuggiti mischiandosi tra la gente. A quel punto i due maggiorenni e il minorenne, accusati di tentata estorsione, sono stati arrestati. I primi due sono stati accompagnati presso il carcere di Regina Coeli mentre il 17enne è stato accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di Via Virginia Agnelli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.