Cronaca Italia

Roma Venturin, 88 anni, finisce nel fossato e muore. Condannata la badante: “Imprudente”

Roma Venturin, 88 anni, finisce nel fossato e muore. Condannata la badante: "Imprudente"

Roma Venturin, 88 anni, finisce nel fossato e muore. Condannata la badante: “Imprudente”

TREVISO – L’anziana finisce nel fossato e muore: condannata la badante. Era il 18 maggio del 2012 quando Roma Venturin, anziana di 88 anni costretta su una sedia a rotelle, uscì a prendere una boccata d’aria accompagnata dalla sua badante. Ma ad un certo punto qualcosa andò storto: la carrozzina sfuggì di mano alla badante e la vecchina finì rovinosamente nel fosso che costeggia la carreggiata. Morì 5 giorni dopo in ospedale, a seguito delle gravissime ferite riportate.

La tragedia si è consumata a Morano, in provincia di Treviso. Per quel fatale incidente sono stati spesi cinque anni di indagini e perizie, durante i quali la famiglia Venturin ha sempre chiesto la condanna per omicidio colposo della badante. E così è stato: secondo i giudici la condotta della donna sarebbe stata “imprudente”.

Secondo le ricostruzioni della Procura la badante non avrebbe adottato le basilari cautele per prevenire il tragico epilogo. In pratica la donna avrebbe lasciato la sedia a rotelle libera, ferma sul ciglio della strada, senza considerare eventuali scivolamenti dovuti alla pendenza del terreno, come in effetti si verificò.

Per il giudice, quello della 60enne fu un comportamento negligente da punire con 8 mesi di reclusione, pena sospesa, e un risarcimento alla famiglia dell’anziana di 350 mila euro. I legali della 60enne hanno già annunciato ricorso in appello.

 

To Top