Roma, via del Mare. Multe da annullare, i tutor sono vecchi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 luglio 2015 13:37 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2015 13:37
(foto Ansa)

(foto Ansa)

ROMA – I tutor sulla via del Mare, la strada che collega Roma con Ostia, sono vecchi. E fuorilegge dal 2010. E tutte le multe fatte dal 2010 in poi sono da annullare. A darne notizia è Giulio Mancini del Messaggero. Basterà un ricorso al Giudice di Pace per ottenerne la cancellazione.

L’articolo di Giulio Mancini del Messaggero:  E’ la sensazionale scoperta conseguente alla sentenza emessa dalla sezione IV Civile del Giudice di Pace di Roma sul ricorso presentato da un automobilista che aveva ricevuto una multa da 182 euro dopo che il 17 agosto dell’anno scorso aveva superato di 16 km l’ora il limite di 70 imposto sulla via del Mare. Stando al verbale della polizia locale di Roma Capitale, responsabile della strada, a rilevare l’eccesso di velocità era stato il tutor che dal maggio 2007 vigila sul tratto compreso tra il km 17,200 e il km 15,550 nei pressi di Acilia.

Come tutti i tutor funzionanti sulle autostrade italiane, i sensori rilevano l’orario d’entrata del veicolo nel portale d’ingresso e quello in uscita facendo il calcolo della velocità in funzione del tempo impiegato. La delicatezza del meccanismo, la cui elaborazione è automatizzata, impone per legge non solo l’omologazione della strumentazione ma anche una sua costante taratura. Procedura di verifica che, come confermato da diverse sentenze, va effettuata con intervalli non superiori ad un anno e va indicata addirittura sul verbale di contravvenzione.

«Poiché sulla multa non era segnalata la data dell’ultima taratura, ho presentato il ricorso» spiega l’automobilista che ha avuto ragione.
In sede dibattimentale, infatti, il Giudice di Pace ha acquisito una nota elaborata dall’Avvocatura nella quale è lo stesso Comune di Roma ad ammettere che la taratura periodica del Tutor sulla via del Mare non viene svolta come imposto dalla legge. «Il sistema, omologato dal Ministero dei Trasporti il 24 dicembre 2004, è sottoposto a verifica annuale: l’ultima in data 30 marzo 2009 con certificato verificato e compilato dal laboratorio metrologico ”Tesi”» scrive nella risposta alla comparsa di costituzione Roberta Paparusso, funzionario delegato per l’Avvocatura Capitolina (…).