Roma, vigili contro nomadi. “Spray urticante su bimba rom”, “ci hanno aggredito”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2015 19:51 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2015 19:51

ROMA –  I rom accusano i vigili: “Hanno sparato e spruzzato spray urticante sugli occhi di una bimba“. I vigili ribattono: “Siamo stati aggrediti con scope e bastoni, ci siamo solo difesi”. Cronaca di una giornata infernale, quella di martedì 31 gennaio, al centro di accoglienza in via Amarilli alla Rustica, alla periferia di Roma.

Di certo, per ora, c’è solo che lunedì in quello stesso centro c’era stato un incendio doloso. E che in seguito a quell’incendio il campo è stato sgombrato. Là davanti, però, restano una ventina di famiglie rom, pronte a chiedere quell’assistenza che Ignazio Marino con solerzia smentita dai fatti si era affrettato a promettere. Passa una giornata e non si vede nessuno. La mattina successiva arriva una volante dei vigili e qualcosa va decisamente storto. Le certezze finiscono qua e da questo momento le versioni differiscono totalemente.

La versione dei vigili. Racconta il  vice comandante della Polizia Municipale, Antonio Di Maggio, uno dei sei intervenuti sul posto di una specie di agguato. “Appena giunti sul posto siamo stati aggrediti a colpi di scope e bastoni. Un gruppo di una sessantina di rom presenti nel centro ci hanno presi a parolacce, ci hanno aizzato i cani contro e volevano impedirci di entrare per la bonifica del centro, occupandolo abusivamente di nuovo”, le sue parole. E quindi i vigili, è la versione di Di Maggio, “si sono difesi” anche con lo spray urticante che ha “involontariamente colpito una bambina”.

La versione dei rom è totalmente diversa ed è affidata ad un comunicato dell’Associazione Nazionale Rom in cui si parla di “aggressione volontaria” e di colpi di pistola:

Bambini e donne di etnia Rom sono stati aggrediti dal vicecomandante della Polizia Municipale di Roma Capitale, Antonio Di Maggio. Sono stati esplosi colpi di arma da fuoco che fortunatamente non hanno raggiunto nessuno, picchiate alcune donne, usato spray al peperoncino sugli occhi dei bambini

Al Corriere della Sera una donna rom dà invece una versione più colorita che chiama ancora una volta in causa Di Maggio: “E’ venuto, ha messo spray sugli occhi di mia figlia e gli ha dato un calcio. E lei è svenuta per terra”.