Roma, tenta di violentare la capotreno che gli dice di mettersi la mascherina

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2020 11:15 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2020 11:15
un treno, foto ansa

Roma, tenta di violentare la capotreno che gli dice di mettersi la mascherina (Ansa)

Una capotreno dice ad un uomo di mettersi la mascherina, lui reagisce tentando di violentarla. E’ accaduto all’interno della Stazione Tiburtina di Roma.

Tentativo di violenza ai danni di una capotreno all’interno della Stazione Tiburtina di Roma.

La Polizia Ferroviaria accorsa per le grida, ha salvato la capotreno. L’uomo è stato arrestato e processato per direttissima. 

Ora è in carcere con una condanna a 4 anni e 4 mesi.

 Il tutto è avvenuto in pochi minuti. L’uomo si trovava a bordo di un treno che era appena arrivato da Tivoli. Con lui, a bordo c’erano altri passeggeri: quando attorno alle 14 il treno si ferma, scendono tutti, compreso l’uomo e la capotreno.

La capotreno richiama l’uomo che sta senza mascherina. Lui reagisce male e la afferra per un braccio spingendola verso un angolo buio della stazione.

La donna riesce ad urlare ed attira gli agenti della Polizia Penitenziaria  che intervengono e arrestano l’uomo.

Chi è l’uomo arrestato

L’uomo che ha tentato la violenza si chiamerebbe K.I, ha 24 anni ed è nigeriano.

Il condizionale è d’obbligo dato che a quanto pare, dai controlli emerge che si tratterebbe di una persona che in passato ha fornito almeno cinque diverse identità.

Tra queste solo una è in regola con il permesso di soggiorno.

Nel verbale d’arresto gli è stata assegnata la sua “ultima” identità di K.I.: processato per direttissima è stato condannato a 4 anni e 4 mesi di carcere.

Durante il processo, l’uomo non ha proferito alcuna parola (fonte: FanPage).