“Romance scams”, la truffa web alle donne innamorate: “Diceva d’esser vedovo, bussava a soldi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 dicembre 2018 12:35 | Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2018 12:35
"Romance scams", la truffa web alle donne innamorate: "Diceva d'esser vedovo, bussava a soldi"

“Romance scams”, la truffa web alle donne innamorate: “Diceva d’esser vedovo, bussava a soldi”

ROMA – Con la scusa dell’anima gemella, falsi corteggiatori sul web agganciano donne alla ricerca di un nuovo amore per spillare loro denaro: si chiamano “romance scams”, espressione anglosassone per definire una truffa in piena regola schermata dall’anonimato garantito dalla rete ai professionisti del chiedi i soldi e scappa. I quali sono abili nel corteggiare cuori solitari e anelanti una nuova relazione sentimentale, abilissimi nel rubare prima la fiducia incondizionata della vittima poi a mirare al suo portafoglio.

Candida Morvillo sul Corriere della Sera ci ha scritto un bell’articolo sul Corriere della Sera, per mettere in guardia dalle insidie del web, per incoraggiare le vittime ad uscire allo scoperto e denunciare per non rimanere paralizzate da vergogna e umiliazione.

Miriam Ansaldi, ex vittima che ha creato un profilo ad hoc su Facebook, racconta al Corriere: “Nell’ultimo anno abbiamo raccolto quasi 300 segnalazioni di donne. Molte oltre i 50, ma anche di 25. Alcune hanno perso casa, una ha pagato 350 mila euro, molte sono cadute in depressione. Un’impiegata di banca ha rubato 20 mila euro ed è stata licenziata, però si preoccupava non del processo, ma dei soldi non spediti al suo amato. Nelle vittime scatta la dipendenza affettiva, molte dicono bugie per difendere l’uomo. Ci sono alla base la solitudine e il sogno del grande amore”. 

Qualche istruzione per non rimanere fregate: confrontare la foto inviata dal corteggiatore di turno sul web per accertare che non compaia sotto altre mentite spoglie, verificare se nel suo profilo non abbia solo contatti femminili, evitare chi accampa scuse per non poter effettuare un contatto via Skype, diffidare di chi chiede soldi, specie se la transazione è tramite Money Transfer all’estero e non tracciabile. Ricordando che solo in California l’anno scorso le romance scams hanno fruttato qualcosa come 173 milioni di dollari.