Rompono sua finestra, minaccia ragazzi di 15 anni con la pistola: arrestato ex militare

Pubblicato il 28 ottobre 2011 12:18 | Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2011 12:21

MATERA, 28 OTT – Accusato di aver minacciato con una pistola tre ragazzi di 15 anni, a cui contestava di aver causato con una pallonata la rottura di una finestra della sua abitazione, un giovane ex militare – Raffaele Scarola, di 27 anni – e' stato arrestato a Matera dalla Polizia, che ha trovato in un armadio, durante la perquisizione della casa, un ''arsenale'' composto da otto pistole, un fucile, un coltello da combattimento, un paio di manette e numerosi proiettili.

Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, nello scorso mese di settembre, in via Don Sturzo, Scarola ha picchiato due ragazzi di 15 anni, accusandoli di aver rotto la finestra (episodio che non ha trovato riscontri) e poi, dopo l'arrivo di un terzo amico, e' risalito a casa ed e' sceso con una pistola con cui li ha minacciati.

I due ragazzi si sono fatti medicare al Pronto soccorso, dicendo, impauriti, di essere caduti dal motorino. In seguito alla segnalazione dei sanitari, la Polizia ha cominciato ad indagare e ha scoperto l'episodio avvenuto lo scorso mese e poi confermato anche dai ragazzi e dalle loro famiglie.

La notte scorsa la Polizia ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari e durante la perquisizione ha trovato le armi: solo di tre pistole era stato denunciato il possesso, ma il giovane non aveva l'autorizzazione per il porto d'armi in luogo pubblico. Gli agenti hanno anche sequestrato diverse riviste di guerra.

Il giovane e' stato arrestato con le accuse di porto abusivo d'armi, lesioni, violenza privata e minacce. I particolari dell'arresto, disposto dal gip Rosa Bia su richiesta del pm Annunziata Cazzetta, sono stati forniti stamani, in una conferenza stampa, dal capo della Squadra mobile materana, Nicola Fucarcino, e dalla dirigente della Questura, Luisa Fasano.