Rosaria Aprea, miss picchiata da Caliendo torna a sfilare e mostra la cicatrice

Pubblicato il 3 Luglio 2014 13:14 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2014 13:14

NAPOLI – Rosaria Aprea torna a sfilare nei concorsi di bellezza, nonostante la vistosa cicatrice che le botte del suo ex compagno, Antonio Caliendo, le hanno lasciato. La Aprea, la miss di Macerata picchiata brutalmente un anno fa e ridotta in fin di vita per un calcio all’addome, torna così sulle passerelle per lanciare un messaggio chiaro alle donne contro la violenza di genere e lo stalking.

Rosaria fu massacrata dal compagno che con un calcio all’addome la ridusse in fin di vita. I medici furono costretti ad asportarle la milza e la giovane rimase in ospedale oltre un mese. Ora ha deciso di mostrare a tutti i segni indelebili di quell’amore malato, che fu più forte delle violenze fisiche e psicologiche, e di riprendere il suo sogno di fare la modella partecipando al concorso “Ragazza we can dance”, ideato da Dino e Stefano Piacenti che l’hanno accolta senza esitare.

Rosaria Aprea sfilerà con un costume “due pezzi” durante una tappa della kermesse che si terrà a Villaricca, in provincia di Napoli. Tornando in passerella la miss di Macerata Campania vuole anche dare un chiaro segnale a tutte le donne vittime di stalking e violenza di genere: un invito a non arrendersi e a continuare a inseguire i propri sogni.

La miss è sostenuta, in questa suo impegno, dall’associazione “Sos Diritti” dell’avvocato Carmen Posillipo, che l’ha sempre supportata e che ha dichiarato:

“L’unico sogno che può essere inseguito con tutte le forze è quello che possiamo realizzare con i nostri mezzi e le nostre risorse, tutto il resto è stalking”.

(Foto Facebook)