Rovegno (Genova): cacciatore di 78 anni ucciso da cinghiale nel suo orto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Settembre 2019 12:41 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2019 12:41
Cinghiale uccide cacciatore di 78 anni a Rovegno, entroterra ligure

Cinghiale nel bosco (Ansa)

ROMA – Un cacciatore di 78 anni è stato ucciso da un cinghiale in Alta val Trebbia, a Rovegno nell’entroterra genovese. Antonio Mazzoni è stato trovato in un lago di sangue vicino al suo orto. Sul posto i medici del 118 di Genova che hanno tentato di rianimarlo ma è stato tutto inutile.

In un primo momento era stato ipotizzato che l’anziano fosse stato ferito da un colpo di fucile da lui esploso accidentalmente mentre cacciava i cinghiali ma il medico legale non ha trovato tracce di ferita di arma da fuoco bensì una ferita molto vasta a una gamba compatibile con la zanna di un cinghiale. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Rovegno (Genova).

Il sindaco: “Siamo terrorizzati”

“Siamo terrorizzati, in paese i cinghiali si aggirano indisturbati – ha detto il sindaco, Pino Isola, raggiunto al telefono dal Secolo XIX – Spesso si tratta di bestioni di 150 kg. Io stesso, qualche giorno fa, mi sono dovuto chiudere in casa perché ne avevo uno nel mio giardino. Devono autorizzarci a difenderci in qualche modo”. (fonti Ansa, Secolo XIX)