Rovereto, accoltella la moglie e la cognata in casa: “Ho sentito delle voci”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2020 17:33 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2020 17:33
Rovereto, accoltella moglie e cognata: ho sentito delle voci

Rovereto, accoltella moglie e cognata: ho sentito delle voci (Foto archivio ANSA)

TRENTO – Un uomo ha accoltellato la moglie e la cognata nella loro casa di Rovereto, in Trentino, nel pomeriggio del 19 maggio.

L’uomo ha riferito ai carabinieri, che sono intervenuti sul posto, di averlo fatto dopo aver “sentito delle voci“.

Secondo una prima ricostruzione, il 30enne di origini nordafricane ha aggredito la moglie e la cognata nel loro appartamento in un condominio di Via Paoli, a Rovereto.

Il nordafricano avrebbe agito sotto l’impulso di “voci” nella sua testa che gli avrebbero detto di aggredire le due donne.

Così ha afferrato un coltello e ha inferto alcuni fendenti.

La cognata del trentenne è rimasta ferita ad una mano nel tentativo di difendersi.

Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 e anche i carabinieri.

Le due donne, che hanno rispettivamente 26 e 18 anni, sono state soccorse e trasferite all’ospedale più vicino, ma non versano in gravi condizioni.

Anche il 30enne è stato portato in ospedale, soprattutto per aver dichiarato di aver aggredito le due vittime per delle voci che gli dicevano di farlo.

I militari sono intervenuti e hanno raccolto le testimonianze ed eseguito i rilievi del caso, per accertare quanto accaduto.

Inoltre, i carabinieri sorvegliano in ospedale l’aggressore, per timore di nuovi atti violenti dettati dal suo stato psichico. (Fonte: ANSA)