Rovigo, cade dalle scale e muore con la testa incastrata nella ringhiera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2015 13:35 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2015 13:35
Rovigo, cade dalle scale e muore con la testa incastrata nella ringhiera

(Foto d’archivio)

ROVIGO – E’ caduta dalle scale di casa, ma quella caduta le è stata fatale. La donna, infatti, una signora di 92 anni, cadendo ha sbattuto con violenza la testa sulla ringhiera che sostiene il corrimano della scalinata e la testa si è incastrata nella ringhiera. E’ morta così Lauretta Besola, come riferisce Lorenzo Zoli sul Gazzettino. 

L’incidente è avvenuto nella villetta della donna, a Rovigo, in corso del Popolo. Scrive Zoli sul Gazzettino:

“La ricostruzione messa a punto dagli investigatori vuole che l’anziana sia caduta mentre affrontava le scale interne della sua abitazione. Già così le conseguenze avrebbero potuto essere devastanti. Ma ci si è messa anche la malasorte, che ha portato l’anziana a sbattere con violenza contro la ringhiera che sostiene il corrimano: la testa si è infilata tra due sbarre. L’esito è stato irreparabile. Il medico del 118 accorso assieme al personale non ha potuto fare altro che constatare il decesso della pensionata. La Procura è stata immediatamente informata, col magistrato di turno, il sostituto Fabrizio Suriano, che già oggi potrebbe disporre eventuali approfondimenti, come per esempio l’autopsia. Una volta ricevuta l’autorizzazione per la rimozione della salma, l’operazione è stata curata dal personale di Asm. Presto per fissare la data dei funerali, dal momento che prima sarà necessario che arrivi il nulla osta della magistratura. Come detto comunque appaiono esserci davvero pochi dubbi sulla dinamica dei fatti”.