Rovigo, ricambi d’auto “d’epoca” in nero: sequestrati 1,3 mln a pensionato

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 ottobre 2018 22:25 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 22:25
Auto d'epoca

Delle auto d’epoca (Ansa)

ROVIGO – Gli uomini del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Rovigo hanno proceduto al sequestro di fondi d’investimento e polizze vita per un valore di oltre 1,3 milioni euro nei confronti di un meccanico responsabile di un’ingente evasione fiscale.

Le indagini, che si sono protratte per circa due anni, hanno permesso di ricostruire l’entità dell’evasione fiscale realizzata dal 2011 al 2017 e quindi di individuare una base imponibile sottratta a tassazione per circa 2 milioni di euro.

L’attività ha avuto inizio nel gennaio 2017 quando i finanzieri hanno acquisito informazioni riguardanti un pensionato residente nel vicentino, il quale presso la propria abitazione aveva impiantato una redditizia attività nel settore della componentistica specializzata di auto da competizione e d’epoca, completamente sconosciuta al fisco.

Era tanto vasto il giro di clientela del meccanico che a lui si rivolgevano appassionati di auto da ogni parte d’Italia e dall’estero per reperire pezzi di ricambio per le proprie vetture altrimenti introvabili. In un primo sequestro le fiamme gialle avevano bloccato 4 conti correnti bancari per circa 18.000 euro, 3 depositi titoli per oltre 107.000 euro , 1,843 chilogrammi di oro in gioielli detenuti in una cassetta di sicurezza, nonché fondi comuni di investimento e polizze vita per complessivi 3.900.000 euro. Su queste somme è stato effettuato il sequestro per equivalente per circa 1.300.000 euro.