Rovigo/ Spacciatore usava il figlio di due anni come copertura mentre distribuiva la droga. I carabinieri hanno arrestato venti persone nell’operazione “Calamita”

Pubblicato il 11 giugno 2009 19:53 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2009 19:53

Consegnava la droga ai suoi clienti con il figlio di due anni in braccio. Il bambino veniva usato come copertura per far passare inosservate le attività illecite di uno spacciatore di Rovigo, arrestato dai carabinieri insieme ad altre venti persone nell’ambito dell’operazione “‘Calamita”.

Le indagini, iniziate a settembre, hanno coinvolto un centinaio di agenti occupati a monitorare il territorio compreso tra il Veneto e l’Emilia Romagna. I militari dell’arma sono riusciti a incastrare la banda di spacciatori grazie alle immagini registrate da alcune telecamere nascoste che hanno ripreso anche l’incauto trafficante di stupefacenti mentre  distribuiva le sue “bustine”, mentre la moglie lo aspettava in macchina controllando che non ci fossero movimenti sospetti.