Ruby bis, Imane Fadil chiede 2 milioni. “Chiusa in casa 2 mesi per l’onta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2013 12:25 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2013 12:26

Ruby bis, Imane Fadil chiede 2 milioni. "Chiusa in casa 2 mesi per l'onta"ROMA – Imane Fadil ha chiesto un risarcimento di 2 milioni di euro, con una provvisionale di un milione, a Emilio Fede, Nicole Minetti e Lele Mora nel processo “Ruby bis”. La ragazza si era costituita parte civile sostenendo di avere subito un “grave danno” dalla partecipazione alle serate ad Arcore. “Chiedo 2 milioni – ha spiegato il suo legale, Danila Di Domenico – ma si potrebbe arrivare tranquillamente fino a 5 per il rilevante pregiudizio subito”.

Il legale della modella marocchina ha parlato di “dolore psicofisico” della sua assistita, la quale “non è uscita di casa per mesi a causa della grave onta subita” per essere stata considerata una prostituta che ha partecipato alle serate ad Arcore.

L’avvocato ha quindi rimarcato come Imane Fadil “si è ribellata a un sistema infame” e, per questa ragione, “anche oggi nessuno le offre possibilità di lavoro”. “Ha denunciato chiaramente e apertamente un sistema prostitutivo – ha aggiunto – e non è mai stata disponibile a mercificare il proprio silenzio”.