Ruby e il tesoro in Messico: pm indagano su ristorante, due palazzine…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Marzo 2015 14:33 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 14:33
Ruby e il tesoro in Messico: pm indagano su ristorante, due palazzine...

Ruby e il tesoro in Messico: pm indagano su ristorante, due palazzine…

MILANO – Il “tesoro” di Ruby in Messico: i magistrati di Milano vogliono indagare a fondo sulle proprietà messicane della ragazza ospite ad Arcore in diverse occasioni. E non perché ci sia qualcosa di male nell’avere investimenti in Messico ma perché l’ipotesi è che quel “tesoretto” sia frutto di regalie non proprio disinteressate da parte di Berlusconi. Ruby e Berlusconi, insieme ad altre persone, sono infatti indagati nel terzo filone dell’inchiesta sulle notti di Arcore, l’indagine soprannominata “Ruby ter”.

Secondo l’accusa Berlusconi avrebbe dato soldi e appartamenti alle testimoni nel processo a suo carico (il Ruby “uno”, quello principale in cui è stato assolto in secondo grado) per influenzarne la testimonianza. Ecco perchè i magistrati hanno ordinato alcune perquisizioni il 17 febbraio scorso: documenti, conti correnti, proprietà, carteggi, bonifici. Tutto quello che potesse essere utile per verificare un’eventuale corruzione dei testimoni.

I magistrati hanno quindi inviato una rogatoria in Messico. In particolare nel Paese Ruby sarebbe proprietaria di diverse attività e immobili a Playa del Carmen, località turistica: il ristorante Casa Sofia (come il nome della figlia) con annesso pastificio, e un paio di palazzine con appartamenti in affitto.