Rugby, Italia-Nuova Zelanda: 600 tifosi beffati, rimasti senza treno e senza biglietto

Pubblicato il 16 Novembre 2012 17:19 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2012 17:19
Rugby, Italia-Nuova Zelanda: 600 tifosi beffati, rimasti senza treno e senza biglietto

Rugby, Italia-Nuova Zelanda: 600 tifosi beffati, rimasti senza treno e senza biglietto

ROMA – Avevano già preparato tutto per andare a vedere Italia-Nuova Zelanda, l’attesissima sfida tra gli azzurri e gli All Blacks che sabato pomeriggio alle 15 farà fare il tutto esaurito allo stadio Olimpico di Roma. In 600, provenienti da Milano hanno speso 120 euro per un pacchetto che includeva treno e partita ma a 24 ore dal big match scoprono che il treno non c’è, “annullato”, così come i biglietti della partita , “inesistenti”.

“Per caso, navigando su un blog abbiamo scoperto che il treno era stato annullato”, racconta al Corriere della Sera, Cinzia. Lei ed il marito, come gli altri 598 dovevano viaggiare con “giornalisti, opinion leader, ospiti VIP e giocatori della Nazionale Italiana di Rugby che condivideranno con i Fans i loro aneddoti vissuti durante la carriera agonistica”, così come promesso dal sito Trenidelrugby dove hanno acquistato il pacchetto.

Sempre lì è stato pagato il biglietto attraverso il circuito Ticketone, che però solo venerdì mattina ha inviato una mail annunciando l’annullamento di tutto e il conseguente rimborso. Il treno del rugby era un Frecciarossa creato ad hoc per il test match dell’Olimpico e prevedeva anche un bus navetta alla stazione Termini per portare i tifosi allo stadio Olimpico. I 600 restano quindi a piedi e a casa.