Ryanair: “Da Meridiana solo falsità. Avete derubato gli italiani per anni”

Pubblicato il 30 agosto 2012 22:38 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2012 22:45

Ryanair ROMA – Continua la guerra a distanza tra le due compagnie aeree low-cost Meridiana e Ryanair. Quest’ultima, oggi 30 agosto ha annunciato alcuni voli extra sulle sue rotte Bari-Verona e Bari-Milano Bergamo respingendo le ”false affermazioni di Meridiana circa i sussidi statali”.

Dal primo novembre Ryanair aumenterà i suoi servizi sulla Bari-Verona di 3 frequenze a 7 voli settimanali andata e ritorno, mentre le frequenze sulla Bari-Milano Bergamo aumenteranno da 3 a 24 voli settimanali andata e ritorno. ‘‘La perennemente in perdita e altamente sovvenzionata compagnia aerea italiana Meridiana – afferma Michael Cawley di Ryanair – ha annunciato il ritiro dei servizi su queste rotte a causa di ciò che sosteneva essere ‘concorrenza sleale’. Ryanair respinge le false affermazioni di Meridiana, che per troppi anni ha derubato i passeggeri italiani con tariffe pari a più del doppio di quelle Ryanair, incorrendo al tempo stesso in perdite commerciali enormi. Compagnie aeree inefficienti come Meridiana esistono solo grazie ai sussidi e non potranno mai competere con compagnie aeree autenticamente efficienti e a basso costo come Ryanair. Meridiana dovrebbe smettere di lamentarsi e imparare a convivere con la nuova realtà di concorrenza efficiente, a basso costo e a basse tariffe. Ryanair sta aggiungendo queste frequenze supplementari in modo che i passeggeri italiani che in precedenza volavano con Meridiana possano ora risparmiare milioni di euro volando con Ryanair”.  

A sua volta, Meridiana Fly-Air Italy ha replicato al vettore low cost: ‘Sarebbe opportuno domandarsi quali sarebbero le tariffe e i conti di Ryanair senza i contributi che riceve in Italia in modo poco trasparente dagli aeroporti e dagli enti locali italiani”.

”La compagnia – spiega il direttore commerciale del gruppo Alessandro Notari – è una società privata che non riceve sussidi ma piuttosto supporto finanziario dai propri azionisti interamente privati. I suoi conti sono completamente trasparenti e disponibili essendo peraltro una società quotata. Quando ha ricevuto dei contributi ciò è sempre avvenuto sulla base di gare pubbliche regolate in ambito europeo e aperte a tutti i vettori”. ”Le tariffe che la compagnia offre sul mercato – sottolinea Notari – sono sempre estremamente trasparenti: quanto proposto in fase di promozione corrisponde a cio’ che il consumatore paga al momento dell’acquisto, contrariamente ad alcune compagnie low cost che, malgrado le sanzioni comminate dall’Antitrust, continuano a promuovere tariffe che risultano due o tre volte maggiorate al momento dell’acquisto finale”.