RyanAir: 25 luglio sciopero di piloti e assistenti di volo

Pubblicato il 5 luglio 2018 15:29 | Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2018 15:29
RyanAir: 25 luglio sciopero del personale di cabina (foto Ansa)

RyanAir: 25 luglio sciopero del personale di cabina (foto Ansa)

ROMA –  Per il 25 e il 26 luglio 2018 [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] i piloti e gli assistenti di volo della RyanAir hanno indetto uno sciopero in diversi paesi europei. Lo sciopero interesserà Italia, Spagna, Belgio e Portogallo.  In Italia si prospetta uno sciopero di 24 ore nella giornata del 25 luglio (a siglare è stata la Uiltrasporti), mentre in Spagna, Portogallo e Belgio verrà attaccato anche il giorno successivo.

I dipendenti della compagnia accusano i vertici di non aver migliorato le condizioni di lavoro. Sono 34 le richieste da parte del personale a RyanAir: si va dalla richiesta di non far pagare più divise, cibo e acqua, alla critica alla competizione interna su chi vende più prodotti a bordo dei velivoli fino ai permessi per malattia. In una nota inviata al Corriere, RyanAir ha replicato definendo “senza senso” le richieste: “Gli assistenti di volo guadagnano fino a 40mila euro l’anno, più del doppio della retribuzione necessaria a vivere – si legge nella nota – i loro turni sono fissi sul 5-3 (5 giorni di lavoro e 3 di riposo) e non possono volare per più di 900 ore l’anno”.

Solo due giorni fa i piloti RyanAir con base in Irlanda avevano proclamato, per giovedì 12 luglio, uno sciopero di 24 ore.

Il nodo del contendere tra i piloti e i vertici della compagnia low cost è la contestata gestione da parte del management dei trasferimenti tra le diverse basi della compagnia irlandese. Secondo il sindacato in RyanAir “non c’è un sistema trasparente per affrontare questioni come i trasferimenti tra le basi europee e africane della compagnia, che possono avere un effetto devastante sulla vita familiare” dei piloti.