S. Agata dei Goti: oltre 1000 galline abbattute e 55mila uova distrutte per rischio salmonella

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Febbraio 2020 10:31 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2020 10:31
S. Agata dei Goti: oltre 1000 galline abbattute e 55mila uova distrutte per rischio salmonella

Un allevamento di galline (foto archivio Ansa). A S. Agata dei Goti ne hanno abbattute mille per salmonella

BENEVENTO – Oltre mille galline abbattute e circa 55 mila uova distrutte. Accade in una azienda agricola di S. Agata dei Goti, in provincia di Benevento, dove i carabinieri forestali e il personale della Asl sono intervenuti in seguito alla scoperta di un focolaio di Salmonella Enteritidis. 

Dopo le opportune analisi, è stato accertata accertata la presenza del batterio: per questo, sono state abbattute 1100 galline ovicole e a poste sotto sequestro 54.900 uova. Ritirati dal mercato anche i lotti di uova già messi in commercio

Il batterio della “Salmonella Enteritidis” è responsabile di malattie infettive trasmissibili anche all’uomo tramite il consumo di alimenti contaminati. In particolare è causa di infezioni all’apparato digerente. I tipici sintomi della malattia sono diarrea, vomito, sangue nelle feci, nausea, mal di testa, febbre e dolori addominali. Capita invece che altri soggetti, seppur infettati, non mostrino sintomi particolari.

I batteri della salmonella vivono per natura nell’intestino umano e animale e vengono espulsi tramite evacuazione. Oltre al cibo, gli esseri umani vengono infettati anche tramite l’ingerimento di acqua contaminata. In alcuni casi la salmonella può essere pericolosa, in quanto portatrice di attacchi di diarrea che possono portare a disidratazione, per cui è necessario l’intervento medico.

La refrigerazione e il congelamento non uccidono completamente i batteri ma sostanzialmente ne rallentano o ne alterano la crescita. La pastorizzazione (riscaldamento ad una specifica temperatura) e l’irradiamento, sono tecniche utilizzate dalle ditte di prodotti alimentari per eliminare il batterio dai cibi che contengono come ingrediente uova fresche come nel caso dei gelati. I cibi preparati in casa con uova fresche come la maionese, alcune torte e i biscotti possono portare e diffondere il batterio della Salmonella se non vengono correttamente cotti.

Fonte: Ansa