“Sabrina Misseri va scarcerata, sta male”: l’appello dell’avvocato

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 gennaio 2014 20:25 | Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2014 20:26
Sabrina Misseri

Sabrina Misseri

TARANTO – Sabrina Misseri va scarcerata. E’ quello che sostiene il suo avvocato Franco Coppi e per un motivo procedurale: la figlia di Michele Misseri è stata infatti condannata all’ergastolo per l’omicidio di Sarah Scazzi. Ma dopo 9 mesi ancora non sono state depositate le motivazioni della sentenza, cosa che permetterebbe anzitutto di sapere con precisione i motivi della condanna, oltre ad essere la base per preparare un ricorso da parte della difesa.

Non solo: secondo l’avvocato Sabrina dovrebbe uscire perché in carcere sta male, “è distrutta”. Ecco cosa scrive Maria Corbi su La Stampa:

Secondo l’accusa il delitto di cui si sarebbe macchiata Sabrina è stato di impeto e motivato dalla gelosia per la cuginetta Sarah. «Dunque anche per l’accusa non ci può essere la reiterazione del reato», dice Coppi spiegando il venir meno delle esigenze cautelari. «E no parliamo della fuga. Dove vuoi che possa andare una persona come Sabrina ormai conosciuta ovunque, senza mezzi e sola». Il professor Coppi è molto preoccupato delle condizioni di salute e psichiche di Sabrina. «Sta male è distrutta nel corpo e nell’anima». Nicola Marseglia, che la difende insieme al professor Coppi, va spesso a trovarla e ogni volta la trova peggio. Spesso Sabrina rifiuta anche i colloqui telefonici con la sorella Valentina. Vorrebbe vedere di più lo psicologo ma anche questo spesso le viene negato. Chiede continuamente a Marseglia quando usciranno le motivazioni. Solo allora i sui legali potranno fare appello e per lei si riaprirà la speranza. «Sono innocente», grida dal carcere alle poche persone che possono sentirla. Lo scrive nelle lettere alla sorella e lo ripete ai suoi avvocati.