Sabrina Misseri alla sorella: “Vorrei essere morta al posto di Sarah”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Marzo 2014 18:23 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2014 18:24
Sabrina Misseri (Foto Lapresse)

Sabrina Misseri (Foto Lapresse)

TARANTO – Sabrina Misseri si dice innocente, ma davanti a sé ha una condanna, ancora non definitiva, all’ergastolo per l’omicidio della cugina Sarah Scazzi. Valentina, la sorella di Sabrina, spiega a Quarto Grado quanto la sorella soffra in carcere:

“Mia sorella Sabrina sta molto male, dice di vivere in un incubo. Ha bisogno di cure psichiatriche e restare in carcere da innocente è la cosa peggiore che può capitare ad un essere umano. In una lettera mi dice anche che ‘una parte di lei è andata via insieme a Sarah’ e che avrebbe voluto ‘essere al suo posto'”.

“Nella mia famiglia non ci sono buchi neri – prosegue Valentina Misseri – il buco è nella giustizia capace di condannare persone innocenti. Il buco nero c’è stato nella mente di mio padre quando ha ucciso Sarah e quando ha incolpato mia sorella. Sono convintissima dell’innocenza di Sabrina. È stato per forza mio padre: per come me lo dice, per come lo conosco, so che sta dicendo la verità”.