Sadbi Nuhija ricercato da polizia, tradito dal navigatore: fermato e arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Novembre 2014 - 14:57 OLTRE 6 MESI FA
Sadbi Nuhija ricercato da polizia, tradito dal navigatore: fermato e arrestato

Sadbi Nuhija ricercato da polizia, tradito dal navigatore: fermato e arrestato

TREVISO – Sadbi Nuhija era ricercato dalla polizia ma si è perso uscendo dall’autostrada per colpa del navigatore satellitare in tilt. Proprio i suoi movimenti in circolo in una rotonda, attendendo che il navigatore gli desse indicazioni, l’hanno tradito. La polizia, impegnata in un posto di blocco lì vicino, lo ha notato e fermato, scoprendo che si trattava di un ricercato per spaccio di droga. E’ accaduto a Conegliano, in provincia di Treviso.

Nujiha, residente in Svizzera, doveva arrivare a Vittorio Veneto, scrive Il Gazzettino:

“È uscito al casello di San Vendemiano poi però il suo apparecchio elettronico dev’essere andato in tilt perché non sapeva più che strada prendere. Con la sua Audi A5 ha cominciato a girare intorno alla rotonda e alle strade nei pressi dello svincolo autostradale. I ripetuti passaggi hanno insospettito gli agenti della polizia in posto di blocco all’uscita dall’autostrada. Lo hanno fermato e dai controlli è emerso che era ricercato per spaccio di sostanze stupefacenti.

È stato così affidato all’istituto penitenziario di Treviso. Sempre nell’ambito dei pattugliamenti del territorio, mirati a prevenire gli episodi criminosi, domenica scorsa intorno alle 14, in via delle Brusche a Godega di Sant’Urbano, una pattuglia della polizia ha fermato una vettura con targa romena.

A bordo c’erano due giovani cittadini romeni, uno di 21 e l’altro di 24 anni, residenti a Cimadolmo, senza precedenti penali, ufficialmente disoccupati. Perquisendo l’auto, gli agenti hanno trovato all’interno dell’abitacolo un manganello, visibilmente usato, che hanno sequestrato. Il proprietario dell’auto, il romeno 21enne, è stato denunciato per possesso indebito di armi o oggetti atti ad offendere”.