Sal Da Vinci colpito con un cazzotto e minacciato sull’aliscafo da Procida a Napoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2020 13:10 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2020 13:10
Sal Da Vinci colpito con un cazzotto e minacciato sull'aliscafo da Procida a Napoli

Sal Da Vinci colpito con un cazzotto e minacciato sull’aliscafo da Procida a Napoli (Foto Ansa)

Sal Da Vinci colpito con un cazzotto e minacciato sull’aliscafo da Procida a Napoli. Il cantante dice di essere stato colpito con un pugno in faccia.

“Mi ha sferrato un cazzotto in faccia”, Sal Da Vinci aggredito sull’aliscafo che da Procida faceva ritorno a Napoli. Da quanto è emerso finora la conduttrice Fatima Trotta avrebbe spostato un pacchetto per far posto ai bagagli, scatenando l’ira di un passeggero.

“L’uomo ha inveito in modo sguaiato e volgare contro le due donne, alzandosi e sbraitando. Tornando al posto ha incrociato me. Gli ho chiesto se fosse quello il modo giusto per trattare due donne. Lui è rimasto in silenzio e mi ha sferrato un cazzotto al volto”, ha raccontato il cantante a Repubblica.

Da qui è nata la rissa con urla e spintoni. Il comandante ha richiesto anche l’intervento delle forze dell’ordine. Durante la rissa sarebbe stato colpito anche Francesco, figlio di Sal Da Vinci: “Ha rimediato il secondo pugno per difendermi, mentre mia moglie ha evitato che io reagissi”.

Il racconto del cantante.

Sal Da Vinci spiega: “Quell’uomo mi ha detto: ‘So chi sei, ti vengo a sparare'”. Sia il cantante, con la sua famiglia e il resto del gruppo, che l’altro passeggero, sono stati fatti scendere dall’aliscafo. “Fatima Trotta ha rimediato un ematoma nelle colluttazioni, mio figlio ha preso un colpo al labbro e io, che odio la violenza e non litigo mai, sono ancora sotto choc. Ho l’impressione che l’aggressore cercasse un pretesto per aggredirmi, dopo avermi riconosciuto”, ha concluso Sal Da Vinci. (Fonte Repubblica).