Salerno: ex direttore delle Poste arrestato per omicidio

Pubblicato il 4 Giugno 2010 9:20 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2010 9:24

Arrestato il presunto responsabile di un omicidio avvenuto nel salernitano nel 2001. I carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania (Salerno) all’alba di venerdì hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 50enne, residente nella frazione Massa del comune di Vallo della Lucania. Si tratta dell’ex direttore del locale ufficio postale, già arrestato nell’ottobre dello scorso anno con l’accusa di aver sottratto ingenti somme di denaro dai conti correnti postali di ignari clienti.

Pasquale Cammarosano, ora accusato di omicidio volontario aggravato ed occultamento di cadavere, secondo gli inquirenti avrebbe ucciso Carmine Novelli, il cui cadavere venne ritrovato la mattina del 7 marzo 2001 sul ciglio di una strada di Moio della Civitella (Salerno). Ad inchiodare Cammarosano ci sarebbe la comparazione delle impronte digitali rinvenute dai militari del Ris di Roma sui sacchi di plastica che contenevano il cadavere di Novelli, con quelle rilevate nell’ottobre scorso quando l’ex direttore dell’ufficio postale venne arrestato.

Nel corso delle indagini, svolte subito dopo il rinvenimento del cadavere, i militari constatarono che dal conto corrente postale della vittima risultava un ammanco di circa 142 milioni di lire. Le indagini, sono state coordinate dal procuratore della Repubblica presso il tribunale di Vallo della Lucania, Giancarlo Grippo, e dal pm Renato Martuscelli.