Salerno: perde i soldi al videopoker e si inventa una rapina, tradito dalle telecamere

Pubblicato il 16 Marzo 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2010 12:00

Si è messo nei guai per il vizio del gioco inventando di essere rimasto vittima di una rapina.  Protagonista un uomo di 45 anni di Montoro Inferiore (Avellino) ma residente a Fisciano (Salerno), che è stato denunciato in stato di libertà per simulazione di reato.

L’uomo aveva denunciato ai carabinieri di essere stato affrontato nei pressi della stazione ferroviaria da due sconosciuti che, a volto coperto ed armati di pistola, gli avevano rapinato nel gennaio scorso la somma di 200 euro, denaro che la moglie gli aveva consegnato per pagare alcune bollette all’ufficio postale del comune di residenza.

Le indagini dei militari della compagnia di Mercato San Severino (Salerno) hanno, invece, consentito di fare piena luce su quanto accaduto. Grazie alla visione dei filmati di alcune telecamere ed a testimonianze è stato appurato che l’uomo, nell’orario della rapina, era intento a giocare, con grande accanimento, con alcuni videopoker. Perduta l’intera  somma di denaro e non avendo il coraggio di confessare tutto alla moglie, l’uomo si era inventato la rapina.