Salmoiraghi e Viganò: sospetta evasione sullo yacht del patron Dino Tabacchi

Pubblicato il 18 agosto 2010 16:44 | Ultimo aggiornamento: 18 agosto 2010 16:45

Evasione fiscale sul carburante e sull’Iva del suo yacht. E’ questa l’ipotesi di reato su cui indaga la guardia di finanza di Genova a carico di Dino Tabacchi, il patron della ditta Salmoiraghi e Viganò, colosso nel campo dell’ottica in Italia.

Una informativa a riguardo della società Blue Eyes srl che ha sede a Genova e che è titolare dello yacht “Blue Eyes” è stata depositata all’agenzia delle entrate e in procura, sempre nel capoluogo ligure, dalle fiamme gialle genovesi.

Secondo i militari la società sarebbe riconducibile a Dino Tabacchi e alla moglie Clelia Sabella, dunque i due sarebbero intestatari dello yacht “Blue Eyes”. La notizia è stata anticipata sulle pagine genovesi del quotidiano Repubblica. Senza sapere dell’indagine la moglie di Tabacchi, in un’intervista al settimanale spagnolo “Hola!”, aveva dichiarato che “il mio colore preferito è l’azzurro… pensi che il nostro yacht si chiama Blue Eyes, come gli occhi di mio marito”.

Dunque dopo Flavio Briatore, Diana Bracco, Vasco Rossi e Massimo Boldi, anche il megayacht di Tabacchi, il suo reale utilizzo e la sua proprietà sono finiti nel mirino dei finanzieri.

La società Blue Eyes srl ha sede in uno studio di esperti tributari di piazza della Vittoria, a Genova. Un membro dello studio sarebbe anche membro del cda di Salmoiraghi e Viganò. Si tratta, come detto, di un’indagine in atto, basata su un’ipotesi di reato che deve essere ancora dimostrata.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other