Salute, dermatite dai parrucchieri: Procura di Torino apre un’inchiesta

Pubblicato il 11 Aprile 2011 20:21 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2011 21:10

TORINO – La Procura della Repubblica di Toirno ha avviato un’inchiesta su presunte malattie professionali provocate dal lavoro negli studi di parrucchieri. Nell’ambito dei primi controlli è stato scoperto il caso di una lavoratrice, dipendente di uno studio di parrucchiere a Nichelino (Torino), che è stata colpita da dermatite allergica alle mani.

In particolare, la Procura intende approfondire il tema del contatto con i prodotti chimici, in particolare le tinture per capelli, utilizzati nei negozi. Secondo il pm Raffaele Guariniello, ci sarebbero gravi carenze per quanto riguarda i mezzi di protezione, la valutazione del rischio e l’informazione e formazione dei lavoratori.

Guariniello ha chiesto l’intervento di ispettori delle Asl in tutta la provincia sospettando che potrebbero esserci casi di dermatite e asma provocati dalla mancanza di precauzioni nei confronti dei dipendenti di tali attività. Nel caso della parrucchiera di Nichelino sarebbe stato accertato che il documento di valutazione dei rischi presente nell’attività era inadeguato e che non venivano rispettate tutte le precauzioni del caso. Nello stesso locale, la magistratura ha accertato che i guanti monouso, per maneggiare le tinture, venivano in realtà utilizzati più di una volta. La titolare del laboratorio e’ stata indagata in stato di libertà.