Saluzzo, ragazzo satanista del liceo Soleri: “Satana e suicidi? Valter Giordano non c’entra”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2013 10:05 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2013 10:05
Saluzzo, ragazzo satanista del liceo Soleri: "Satana e suicidi? Valter Giordano non c'entra"

Saluzzo, ragazzo satanista del liceo Soleri: “Satana e suicidi? Valter Giordano non c’entra”

SALUZZO (CUNEO) – Pallido, 19 anni, scoordinato e con la madre in cucina intenta a pulire i fagiolini. Questo dovrebbe essere il ritratto del “capo dei satanisti” della IV B. E’ lui, con i suoi amici della IV B del Liceo “Soleri”, ad aver fatto scattare l’allarme e seguendolo la procura di Saluzzo ha scoperto gli abusi sessuali del professor Giordano. Il “capo dei satanisti”, intervistato da Niccolò Zaccan della Stampa, smentisce però ogni collegamento con Valter Giordano, il prof di storia e italiano, indagato e arrestato per aver fatto sesso con due studenti minorenni.

Cosa significa per te essere satanista?

«Ho sempre avuto la passione per l’occulto. Da piccolo mi interessavano i fantasmi, gli spiriti che governano l’universo, la magia. Mi piace quello che non si vede».

Il buio può essere pericoloso.

«Capisco la preoccupazione. Tutti pensano alle sette, alle bestie di satana. Ma noi non siamo mai stati una setta».

Cosa siete stati?

«Cinque compagni di classe che parlavano di spiriti, vampiri e morti. Cazzate..,».

Però il tuo compagno che amava la musica ossessiva di Burzum ha smesso di mangiare e dormire, si imponeva di non fare pipì, esausto.

«Questo non lo sapevo. Io non l’ho mai fatto».

Hai letto la bibbia di satana?

«Quel libro l’ho bruciato, sinceramente. Non mi interessava più».

Vai sulle chat?

«Ho scritto qualche volta sulla Congrega del Sole Blu».

Il professor Giordano conosceva il vostro mondo segreto?

«No. A scuola ne abbiamo parlato solo con la professoressa di Religione. E’ stata lei a chiederci di fare un tema».

Ha mai notato comportamenti ambigui del professor Giordano con le tue compagne?

«Mai, il che non depone a mio favore».

Cosa pensi delle accuse contro di lui?

«Ha fatto un errore enorme a stare con quelle ragazze. Mi ha molto deluso, lo stimavo. Ma non ci crederò mai che Valter Giordano è un uomo capace di istigare al suicidio».

Cosa ti hanno chiesto i carabinieri?

«La prima domanda è se conoscevo la storia del suicidio di Paola Vairoletti. Mi ha stupito perché nel 2004 avevo 10 anni».

Quando l’hai sentita nominare per la prima volta?

«In classe, dal professor Giordano. Ne ha parlato davanti a tutti. Ha detto che voleva dedicare l’anno scolastico a Paola e a un ragazzo morto in un incidente stradale».

Conoscevi Kim morta suicida nel 2012?

«No, ma conosco la sorella perché sono amico del suo fidanzato. Mi ha raccontato quello che è successo. Mi ha spiegato che era molto depressa, proprio malata, che i genitori hanno fatto di tutto per cercare di prendersi cura di lei».

Ci sono degli adulti dietro la vostra passione per l’occultismo?

«Nessuno, almeno per quanto mi riguarda. Me lo hanno chiesto anche i carabinieri”.