Salvatore Mannino, lo smemorato c’è o ci fa? Le ricerche online su “come simulare di aver perso la memoria”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 ottobre 2018 12:34 | Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2018 12:34
Salvatore Mannino, lo smemorato c'è o ci fa? Le ricerche online su "come simulare di aver perso la memoria"

Salvatore Mannino, lo smemorato c’è o ci fa? Le ricerche online su “come simulare di aver perso la memoria”

ROMA – Ha fatto finalmente ritorno a casa sua Salvatore Mannino, l’imprenditore ritrovato svenuto a Edinburgo in Scozia, a 2200 km di distanza, completamente dimentico di se stesso e della sua famiglia, al punto da non pronunciare nemmeno più una parola di italiano. Lo avevano cercato perfino i segugi di Chi l’ha visto?, il mistero della sua amnesia dissociativa non si era dissipato nemmeno dopo il ricovero e gli esami clinici. Ma oggi che è tornato a Ljatico vicino Pisa ed accudito dalla moglie, è finito anche nel registro degli indagati. 

A medici e psichiatri qualcosa non quadra. Sospettano una simulazione, e in effetti un biglietto di scuse scritto in uno strano codice da decifrare e comparso durante le ricerche potrebbe assumere un significato meno enigmatico. Da diverse indiscrezioni risulterebbe che sulla cronologia online del suo pc sia spuntata una ricerca compromettente: “come simulare di aver perso la memoria”. E gli inquirenti ora lo accusano di simulazione di reato.

Intanto Mannino continua a esprimersi in un inglese scolastico, continua a non riconoscere la moglie e i quattro figli. A Edinburgo non è stato riscontrato alcun trauma cranico, i referti si limitano ad evocare un evento dissociativo. E’ possibile che l’uomo abbia premeditato una scomparsa dal mondo? Sul Corriere della Sera Marco Gasperetti affaccia l’ipotesi di una pista cinese. Mannino, prima di aprire una società di servizi infermieristici, aveva diretto un supermercato Pam nella cuore della Chinatown di Prato: qui, ottenere una nuova identità e far sparire nel nulla la vecchia non è un problema.