Parolisi contro i giornalisti: “Descritto come un playboy, le donne mi scrivono”

Pubblicato il 23 Giugno 2011 0:25 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2011 0:25

ASCOLI PICENO – Salvatore Parolisi ha accusato i giornalisti di averlo descritto come un playboy. Vanity Fair ha riportato uno sfogo del marito di Melania Rea, ora indagato per l’omicidio della moglie: “Ora mi scrivono delle donne, mi dicono: Ti amo, sei bellissimo, vorrei sposarti, non importa se sei un assassino”.

Le frasi di Parolisi, riportate da Vanity Fair, si inseriscono nello sfogo più ampio in cui il caporalmaggiore dell’Esercito se l’era presa con la stampa, definendosi come “Cristo in croce”.

Parolisi ha poi ribadito di pensare ancora alla moglie: “Ma io vado al cimitero, ci sono stato anche oggi e da due mesi prometto a Melania che ci sarà giustizia e che un giorno sarò io a far piangere il suo assassino”.

Parolisi ha continuato nell’accusa ai giornalisti: “Io sono un militare. Sono stato un alpino, io so come si scala una montagna, ma non chiedetemi di stare davanti a una telecamera. Io sono inerme davanti alle tv, non so come comportarmi con voi giornalisti, mi avete crocifisso, mi avete già condannato”.