Salvatore Parolisi vuole nuovo processo. La difesa: “Prove deboli contro di lui”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Febbraio 2015 13:23 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2015 13:24
Salvatore Parolisi vuole nuovo processo. La difesa: "Prove deboli contro di lui"

Salvatore Parolisi vuole nuovo processo. La difesa: “Prove deboli contro di lui”

ROMA – Salvatore Parolisi punta a un nuovo processo d’appello. Martedì la Corte di Cassazione dovrà decidere se confermare i 30 anni di reclusione per il marito di Melania Rea, accusato dell’omicidio della moglie, oppure se ordinare un nuovo processo. E’ proprio a quest’ultima opzione che puntano gli avvocati dell’ex caporalmaggiore dell’esercito. Secondo la difesa sarebbero deboli le prove contro Parolisi:

“In ordine al problema della prova scientifica, dove secondo noi la Corte d’Assise d’Appello non ha seguito i rigori argomentativi che impone la Cassazione, e poi anche sul problema della valutazione del materiale probatorio e della contraddittorietà della motivazione su molti aspetti, come l’ assenza di tracce di Parolisi sul luogo delitto, e in ordine alle testimonianze, soprattutto quella di Ravelli. Infine – conclude il legale, Walter Biscotti – non ci convincono le argomentazioni relative al fatto che possa aver fatto commesso il reato di vilipendio”.