Saman Abbas, il cugino indagato dice di non avere nulla a che fare con la sparizione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2021 12:09 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2021 12:09
Saman Abbas, il cugino indagato dice di non avere nulla a che fare con la sparizione

Saman Abbas, il cugino indagato dice di non avere nulla a che fare con la sparizione

Il cugino di Saman Abbas, si è detto estraneo alla sparizione della ragazza pachistana, dice di non aver nulla a che fare con questa storia. Lo ha spiegato l’avvocato Domenico Noris Bucchi al termine dell’interrogatorio di garanzia, nel quale il pachistano si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma ha fatto alcune dichiarazioni spontanee.

“Ha dichiarato di non aver nulla a che vedere con la sparizione della ragazza. Ha manifestato l’intenzione di rendere dichiarazioni più approfondite al pm nei prossimi giorni”, dopo un ulteriore confronto con i suoi difensori.

Il cugino indagato di Saman Abbas

Il cugino di Saman Abbas è stato consegnato alle autorità italiane. E’ indagato (insieme a un altro cugino e allo zio della ragazza) per l’omicidio della 18enne di origine pachistana. Arrestato nei giorni scorsi a Nimes, in Francia. Alla frontiera di Ventimiglia è stato preso in custodia dai carabinieri di Reggio Emilia che lo stanno portando nel carcere della città. Il cugino è una delle tre persone del video girato il giorno della scomparsa di Saman. E’ uno dei tre uomini con la pala.

Il cugino di Saman Abbas consegnato alle autorità italiane

Saman Abbas è la 18enne pachistana scomparsa da oltre un mese ammazzata per il rifiuto a un matrimonio combinato. Gli inquirenti pensano che il cadavere sia sepolto da qualche parte. Il cugino era finito in manette il 29 maggio scorso a Nimes, in Francia. La polizia francese aveva eseguito mandato di arresto europeo spiccato dal tribunale di Reggio Emilia su richiesta della Procura. Il giovane 28enne compare nell’ormai celebre video del 29 aprile (il giorno prima del presunto delitto).