Sambuca Pistoiese, escursionista Davide Montanari morto: cane lo veglia per ore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 aprile 2018 21:56 | Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2018 21:56
Davide Montanari morto in escursione a Sambuca Pistoiese

Sambuca Pistoiese, escursionista Davide Montanari morto: cane lo veglia per ore

PISTOIA – Ha avuto un malore durante una escursione nei boschi di Sambuca Pistoiese e il suo cane lo ha vegliato per ore e ha guidato i soccorritori fino a lui. Davide Montanari, 53 anni e dipendente comunale a Casalecchio di Reno, era un grande appassionato di trekking e una guida esperta.

Secondo una prima ricostruzione, Montanari il 29 aprile si era avventurato nei boschi per una escursione ma è stato colto da un malore. Il suo cane è rimasto a vegliarlo e con i suoi guaiti ha guidato i soccorritori, che hanno trovato il corpo senza vita dell’uomo tra Canal di Sasso e Posola.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Montanari era partito dalla zona di Canal di Sasso intorno alle 12,30 di domenica 29 aprile e voleva aprire un nuovo sentiero tra i boschi, scrive Il Tirreno:

“Ma attorno all’ora di cena, quando l’uomo non era rientrato e non rispondeva alle chiamate, amici e familiari hanno iniziato a preoccuparsi E intorno alle 22,30 è stato diramato l’allarme. Nella zona si sono concentrati una squadra del Soccorso Alpino toscano, i volontari della Croce Verde di Sambuca, carabinieri e vigili del fuoco di San Marcello ed hanno subito iniziato le ricerche in tutta la zona tra Canal di Sasso e Posola.

E proprio mentre un gruppo di soccorritori percorreva il sentiero che porta a Posola, è stato udito un guaito disperato. Seguendolo e addentrandosi nel bosco, i soccorritori hanno scoperto il corpo dell’escursionista, riverso a terra. Inutile, a quel punto, ogni tentativo di rianimazione. Probabilmente l’uomo è stato stroncato da un malore improvviso e il suo cane gli è rimasto accanto per ore, abbaiando disperatamente per chiedere aiuto. Dopo la rimozione del corpo, la procura ha comunque disposto un esame esterno sulla salma per chiarire le cause della morte”.