Samuele Caruso ha ucciso Carmela per gelosia di Lucia. Pm: “Aveva il coltello”

Pubblicato il 20 Ottobre 2012 16:25 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2012 16:27
Samuele Caruso ha ucciso Carmela Petrucci perché geloso della sorella Lucia

PALERMO – Samuele Caruso, l’assassino di Carmela Petrucci, 17 anni, temeva che la sua ex, Lucia, sorella della vittima e ferita con una ventina di coltellate, avesse un’altra relazione. Lo avrebbe detto Samuele nel corso dell’interrogatorio.

Per questo motivo, secondo gli investigatori, sarebbe uscito da casa armato di coltello: se questo fosse confermato, escluderebbe di fatto, secondo il pm che si occupa del caso, il raptus di follia.

Il pm di Palermo Caterina Malagoli, che coordina l’inchiesta sull’omicidio di Carmela, contesterà a Caruso il reato di omicidio volontario premeditato e di tentato omicidio per la sorella rimasta viva.

In tutto questo, Lucia non sa ancora della sorella morta: da quando non è più intubata, non fa che chiedere notizie di Carmela, ma nessuno le ha ancora detto la verità.

Giuseppe Termine, il primario di chirurgia dell’ospedale che ha operato Lucia, ha detto che la ragazza è stata colpita da almeno 20 coltellate. Le condizioni della ragazza “sono buone”, ha spiegato. Per colpire Lucia il giovane ha usato un’arma affilata, assimilabile a un bisturi.