San Donato, inno per il clima sulle note di Bella Ciao a scuola. Genitori in rivolta

di Daniela Lauria
Pubblicato il 22 maggio 2019 13:23 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019 13:23
San Donato, inno per il clima sulle note di Bella Ciao a scuola. Genitori in rivolta

San Donato, inno per il clima sulle note di Bella Ciao a scuola. Genitori in rivolta

MILANO – L’inno per il clima sulle note di Bella Ciao scatena la polemica in una scuola elementare di San Donato, comune dell’area metropolitana di Milano. Lo canteranno i bambini di prima elementare della scuola Salvo D’Acquisto, alla recita di fine anno. Ma ad alcuni genitori non va molto a genio la scelta: non gradiscono che i loro figli prendano parte ad un coro accompagnato dalla musica dell’inno partigiano. La notizia è riportata dal quotidiano Il Cittadino.

La cover, intitolata Sing for the climate, è stata anche l’inno della manifestazione di Greta Thunberg, la 16enne svedese divenuta paladina dell’ambiente e in lizza per il Nobel. E il preside della Salvo D’Acquisto rivendica orgoglioso: “I bambini di tutta Europa stanno cantando questa canzone che è diventata virale, in quanto parla di una nuova resistenza, che è quella condotta da un movimento composto perlopiù da giovani che è impegnato a livello mondiale contro i cambiamenti climatici”.

In questi giorni i bambini della prima elementare sono impegnati nelle prove per l’esibizione. E qualche genitore, udite le note di Bella Ciao, ha storto il naso. Al punto che anche alcuni insegnanti si sono chiesti se fosse giusto andare avanti con la scelta intrapresa. Ma il preside tira dritto e dinanzi all’invito scritto di una mamma a cambiare per lo meno le note della canzone, replica che non ci sarà alcun cambio di programma.

5 x 1000

“Qui non si fa politica – chiarisce – ma la scuola educa le future generazioni e le abitua ad avere una sensibilità per quel che accade intorno a loro”. Del resto, aggiunge, “se si vuole essere censori, allora dovremmo cambiare il nome della scuola e anche la toponomastica delle vie della città”. Non fa una piega. (Fonte: Il Cittadino)

Di seguito il video originale della cover Sing for the Climate, nata, in realtà, nel 2012, nell’ambito di un progetto curato dal regista e attivista ambientalista belga Nic Balthazar.