Bus dirottato a San Donato Milanese, Ousseynou Sy condannato a 24 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2020 14:57 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2020 15:00
Bus dirottato a San Donato Milanese, Ousseynou Sy condannato

Bus dirottato a San Donato Milanese, Ousseynou Sy condannato a 24 anni (foto ANSA)

Condannato a 24 anni Ousseynou Sy, che nel marzo del 2019, a San Donato Milanese, ha dirottato e incendiato un bus con a bordo una scolaresca.

E’ stato condannato a 24 anni, Ousseynou Sy, l’autista 47enne di origini senegalesi, che il 20 marzo 2019, dirottò, tenne in ostaggio e poi diede alle fiamme un bus con 50 bambini, due insegnanti e una bidella a San Donato Milanese, senza provocare vittime.

La Corte d’Assise di Milano, presieduta dal giudice Ilio Mannucci Pacini ha pronunciato la sua sentenza oggi nell’aula bunker del carcere di San Vittore, dove si è tenuta quest’ultima parte del processo, dopo una camera di consiglio di oltre 4 ore.

Il collegio ha accettato la riqualificazione del resto chiesta dal pm Luca Poniz in sequestro di persona a fini terroristici o eversivi, a cui si aggiungono come reati la strage, l’incendio, le lesioni, la resistenza e lesioni e pubblico ufficiale.

L’imputato oggi ha reso dichiarazioni spontanee continuando a giustificare il suo gesto come una rivendicazione contro le morti di migranti dall’Africa nel Mediterraneo e ha definito l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, un “piccolo duce”. 

Ousseynou Sy: “Chiedo giustizia per i morti in mare”

“Se volete condannarmi fate pure, ma ricordatevi che il mio gesto aveva solo lo scopo di salvare vite umane, perché non se ne poteva più. Tutti i giorni vedevo orrori” ha detto Ousseynou Sy durante il processo.

Sy ha parlato prima che i giudici entrassero in camera di consiglio, rinnovando “le accuse a Salvini” definendolo “piccolo Duce”.

L’uomo, rivolgendosi alla corte, ha chiesto “giustizia per tutte le famiglie che hanno visto i loro figli e i loro parenti lasciati morire davanti alle nostre coste”. 

Le parole di una mamma

“Tutti noi siamo impressionati e condanniamo per le morti i mare, ma lui ha sequestrato dei bambini figli di immigrati e non ci crediamo che lo abbia fatto per protesta”.

La mamma di Adam, uno dei ragazzini che diede l’allarme ai carabinieri dal bus sequestrato, non crede a quello che l’uomo ha detto in aula sulle motivazioni dei suo gesto e, commentandola con l’ANSA, reputa “giusta” la condanna a 24 anni che “potevano anche essere di più per quello che ha fatto”. 

Ousseynou Sy, provvisionali per quasi 2 mln euro 

I giudici della Corte d’Assise di Milano hanno disposto anche nei confronti dell’imputato il versamento di provvisionali in solido con Autoguidovie e il Ministero dell’Istruzione di quasi 2 milioni di euro.

In particolare, è stato disposto il versamento di 25mila euro per ognuno degli studenti presenti sull’autobus – fatta eccezione per uno di loro che non ha fatto richiesta – e di 3mila euro per ciascuno dei genitori.

Sy dovrà versare anche una provvisionale di 35mila euro ad uno dei professori, 25mila euro al secondo professore e 25 mila euro alla bidella, nonché 10 mila euro al Comune di Crema, che si è costituito parte civile.

Dovrà infine versare 150 mila euro di provvisionale a Autoguidovie.

La sentenza prevede anche l’interdizione perpetua del condannato, che ha ascoltato in silenzio la lettura del dispositivo e, appena espiata la pena, la misura di sicurezza della libertà vigilata per altri tre anni. (fonti AGI, ANSA)