San Gennaro, miracolo non si rinnova. E Napoli teme sciagure e disgrazie…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 dicembre 2016 0:19 | Ultimo aggiornamento: 17 dicembre 2016 0:22
San Gennaro, miracolo non si rinnova. E Napoli teme sciagure e disgrazie...

San Gennaro, miracolo non si rinnova. E Napoli teme sciagure e disgrazie…

NAPOLI – Il miracolo di San Gennaro non si è rinnovato il 16 dicembre a Napoli. Alle 19.15 l’ampolla è stata riposta nella teca che la custodisce e la Cappella del Tesoro di San Gennaro, in Duomo, è stata chiusa. Nel giorno del così detto ‘miracolo laico’ non si è sciolto il sangue del Santo Patrono e ora Napoli e i suoi cittadini tremano. La tradizione vuole che, se il miracolo non si rinnovi, disgrazie e sciagure sono in arrivo e ora gli abitanti sono in ansia.

Non è bastata la rassicurazione di monsignor Vincenzo De Gregorio, abate della Cappella, che prima di chiudere la teca ha detto ai fedeli:

“Non dobbiamo pensare a sciagure e disgrazie. Noi siamo uomini di fede e dobbiamo continuare a pregare”.

In serata nel Duomo erano presenti i rappresentanti della Deputazione di San Gennaro, del Comitato di San Gennaro e il questore Marino. Il miracolo “laico” del patrono della Campania era atteso, ma il sangue non si è sciolto. Alle 13 la cerimonia si è conclusa e le ampolle sono state riposte. Alle 16 è iniziato il rito, ma alle 19 ancora nulla era accaduto e al monsignore De Gregorio non è rimasto altro da fare che mettere via le ampolle e richiudere la teca.

Il vescovo ha rassicurato i fedeli che il mancato rinnovo del miracolo di San Gennaro non porterà disgrazie e sciagure, ma per chi è sedotto dalla superstizione, sarà difficile dormire sonni tranquilli.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other