San Giorgio a Cremano, a 104 anni al seggio per votare il nipote sindaco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Settembre 2020 13:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2020 13:50
San Giorgio a Cremano, a 104 anni al seggio per votare il nipote sindaco. Foto d'archivio Ansa di un seggio

San Giorgio a Cremano, a 104 anni al seggio per votare il nipote sindaco (foto Ansa)

San Giorgio a Cremano, a 104 anni al seggio per votare il nipote sindaco.

Ha 104 anni ed è comunque voluta andare al seggio per votare il nipote ricandidato a sindaco di San Giorgio a Cremano, alle porte di Napoli.

La signora Margherita, come raccontano le cronache locali, è arrivata al seggio, stringendo mani e sorridendo, per esprimere la sua preferenza per il nipote, Giorgio Zinno (nipote che alla fine ha poi vinto le elezioni):

“Ho votato mio nipote 5 anni fa, pensavo di non tornare più al voto e invece sono ancora qua con lui. Gli auguro il meglio”.

Come detto, alla fine Zinno ha vinto le elezioni.

Ecco le parole del sindaco Giorgio Zinno dopo la vittoria

“I sangiorgesi si sono espressi – sono state le prime parole del sindaco in pectore Zinno -.

Sono commosso ed emozionato nel ricevere i primi risultati che arrivano dalle sezioni elettorali: una valanga di voti hanno premiato me, i miei collaboratori, la mia coalizione.

Siamo in attesa di numeri certi, ma pare che il mio risultato si attesti su percentuali molto alte.

Abbiamo vissuto mesi difficilissimi, ho provato a guidare questa straordinaria comunità con amore e attenzione, non risparmiandomi”. (Fonti: Ansa, Il Mattino).