San Giovanni (Perugia), anziano muore in casa, il genero si suicida

Pubblicato il 23 ottobre 2011 16:31 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2011 20:04

SPOLETO (PERUGIA), 23 OTT – Prima il ritrovamento del corpo di un anziano di 83 anni morto per un colpo d’arma da fuoco alla nuca: poi, qualche ora dopo, un altro cadavere, quello del genero 50enne dell’ucciso. Anche lui morto per un colpo di pistola. Una vicenda, questa, che ha come sfondo la frazione di San Giovanni di Baiano, nelle campagne vicino a Spoleto, e sulla quale stanno indagando gli uomini della squadra mobile della questura di Perugia e gli agenti del commissariato di Spoleto.

L’anziano 83enne e’ stato trovato morto nella sua abitazione, ucciso con un colpo di pistola alla testa. Era riverso in terra, con la ferita di arma da fuoco alla nuca. A trovarlo, in tarda mattinata, la nipote. L’appartamento dell’anziano (dal quale sembra non fosse stato portato via nulla), si trova in un edificio al primo piano, mentre al secondo piano abitava il genero (di professione imprenditore edile, separato da qualche tempo dalla figlia dell’83enne, che vive altrove con un altro figlio).

In serata, il ritrovamento del corpo del genero dell’anziano ucciso, in un terreno agricolo non lontano dal luogo del delitto: l’uomo – secondo gli investigatori – si sarebbe sparato alla testa un colpo di pistola, una calibro 7.65 regolarmente denunciata. Probabilmente – ipotizza la polizia – la stessa arma che ha ucciso il suocero: su questo particolare gli accertamenti sono ancora in corso.

L’ipotesi sulla quale stanno procedendo i poliziotti e’ dunque che si sia trattato di un omicidio-suicidio, forse come esito di una serie di contrasti tra suocero e genero, probabilmente per motivi economici. Non e’ stato chiarito, comunque, se i due oggi avessero litigato.

Sul posto si trovano ancora la squadra mobile della questura di Perugia, la polizia scientifica e il personale del commissariato.