San Martino al Tagliamento, bimba uccisa da cane: assolto il padrone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 ottobre 2017 14:17 | Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2017 14:17
astrid-cane

San Martino al Tagliamento, bimba uccisa da cane: assolto il padrone

PORDENONE – Uccisa dal cane dello zio ad appena 3 anni a San Martino al Tagliamento, in provincia di Pordenone, nel 2015. La morte della piccola Astrid Guarini, per il giudice, non ha colpevoli. Lo zio Loris, proprietario dell’animale, è stato assolto perché il fatto non sussiste dalle accuse di concorso in omicidio colposo. L’uomo era accusato di omessa vigilanza del cane e ha cercato di fermare l’animale che aggrediva la piccola senza riuscirsi. Per questo motivo il giudice ha definito la morte di Astrid come una tragica fatalità e ha assolto sia la mamma che lo zio.

Il dramma è avvenuto il 25 maggio del 2015 nel giardino dell’abitazione di famiglia. Un cane pastore tedesco azzannò la bimba improvvisamente senza ragione: la piccina morì poco dopo il ricovero in ospedale. Il padre della vittima si era costituito parte civile e aveva chiesto un risarcimento di 2 milioni di euro, come riporta il quotidiano Il Messaggero Veneto:

Lo zio della bambina e proprietario del cane era stato accusato di concorso in omicidio colposo e omessa vigilanza, dato che lui e la mamma della piccola erano presenti al momento della tragedia e non erano riusciti a salvarla. Un’accusa da cui l’uomo è stato assolto e la morte di Astri  per la magistratura non ha colpevoli.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other