San Michele al Tagliamento (Venezia). Anziani non pagano l’affitto, il parroco li sfratta. Deciderà il tribunale

di Giulia Cerasi*
Pubblicato il 26 Novembre 2010 15:30 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2010 15:31

Non pagano l’affitto da anni e la parrocchia li vuole sfrattare. Protagonista dell’amara vicenda è una coppia di anziani che da circa 30 anni abita in un appartamento di proprietà della parrocchia di San Michele al Tagliamento di Portogruaro, in provincia di Venezia. A decidere la convalida dello sfratto dei due anziani inquilini sarà oggi il tribunale del comune del veneziano.

La chiesa di San Michele

Marito e moglie, lui disabile, occupano da circa 30 anni una delle due abitazioni di uno stabile di proprietà della parrocchia di San Michele. Secondo il figlio della coppia, il parroco monsignor Natale Azzan avrebbe messo in vendita i due appartamenti secondo “una divisione iniqua”.

Sono ormai ben quattro anni che la questione si trascina, ma da qualche mese, da quando è scaduto il contratto d’affitto, tra i due anziani inquilini e la curia i rapporti sono diventati tesi. “Nessuno vuole cacciare questa famiglia – spiega monsignor Azzan -; il vescovo di Pordenone monsignor Poletto ha detto chiaramente che questi anziani possono restare per sempre, ma hanno smesso da tempo di pagare e il figlio non vuole rinnovare il contratto né comprare. O meglio – prosegue il parroco – intendeva acquistare tutto il fabbricato al prezzo che voleva lui, per abbatterlo e ricostruire”.

5 x 1000

“Una cosa impossibile – continua monsignor Azzan – visto che l’altro inquilino ha utilizzato il suo diritto di prelazione ed ha acquistato il suo appartamento. Questa situazione sta portando grossi disagi anche a lui. I genitori anziani – conclude – sono solo una scusa”.
La causa passa ora al tribunale di Portogruaro che nella giornata di oggi dovrebbe decidere sullo sfratto della coppia.

*Scuola di Giornalismo Luiss