San Rossore (Pisa): teschio in spiaggia con vertebre attaccate. Dopo il piede mozzato…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 agosto 2018 9:12 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2018 9:12
San Rossore (Pisa): teschio ritrovato in spiaggia con vertebre attaccate. Dopo il piede mozzato...

San Rossore (Pisa): teschio in spiaggia con vertebre attaccate. Dopo il piede mozzato… (foto d’archivio Ansa)

SAN ROSSORE – Continuano i macabri ritrovamenti sulla costa toscana: dopo il piede mozzato, un teschio con ancora attaccate alcune vertebre è stato ritrovato nei giorni scorsi sulla spiaggia del Gombo a San Rossore (in provincia di Pisa). E’ stato un passante a segnalarne la presenza ai carabinieri forestali che lo hanno repertato insieme ai colleghi del comando provinciale. La notizia del ritrovamento è stata diffusa mercoledì 8 agosto [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Il luogo del ritrovamento è nei pressi di una base militare ed è lo stesso dove il 31 luglio è stato ritrovato anche un piede umano che indossava un calzino, ma secondo quanto si è appreso i due reperti umani non apparterrebbero alla stessa persona. Il piede aveva infatti ancora lembi di carne attaccati mentre il teschio sarebbe di un’epoca assai più antecedente: per il piede umano si parla di qualche settimana in acqua, mentre per il teschio si stimerebbero alcuni mesi.