San Stino di Livenza (Venezia): aggredita e picchiata in casa la moglie dell’ex senatore Basso

Pubblicato il 22 Ottobre 2010 18:53 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2010 18:58

E’ stata aggredita in casa e rapinata la moglie dell’ex senatore Marcello Basso (Pd), attuale capogruppo al consiglio comunale di San Stino di Livenza (Venezia): i due malviventi responsabili dell’aggressione sono poi fuggiti. La donna, di 55 anni, medico di base, è stata medicata all’ospedale di Portogruaro dove è stata poi dimessa con una prognosi di oltre 30 giorni.

L’aggressione è avvenuta quando la donna, dopo essere entrata nella sua proprietà in auto, l’ha parcheggiata davanti alla villa che lambisce l’argine del fiume Livenza. All’improvviso due uomini, con il volto coperto da un passamontagna, l’hanno raggiunta colpendola con calci e pugni al volto. Poi i banditi, che parlavano senza inflessioni dialettali e in un italiano corretto, hanno costretto la vittima ad entrare in casa e, sotto la minaccia di un coltello, ad aprire la cassaforte. I malviventi dopo essersi impossessati dei gioielli per un valore superiore ai 20 mila euro, con una corda hanno legato la donna e sono poi fuggiti.

La dottoressa è riuscita dopo qualche ora a liberarsi e a chiamare il 112. La donna è stata portata in ambulanza all’ospedale dove i medici le hanno riscontrato la frattura di due costole e di un dito e numerose tumefazioni al volto. Il marito era assente da casa da un paio di giorni per motivi di lavoro.