Sandri/ Alemanno: “insoddisfazione profonda per una sentenza troppo mite”

Pubblicato il 14 Luglio 2009 20:40 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2009 21:12

«Esprimo profonda insoddisfazione per la sentenza che ha condannato l’agente di polizia Luigi Spaccarotella a soli 6 anni di reclusione per l’omicidio di Gabriele Sandri».È un giudizio severo quello espresso a caldo dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno: «Pur riservandomi di leggere le motivazioni della sentenza, mi pare non accettabile la derubricazione del reato da omicidio volontario a colposo. In ogni caso, la pena risulta troppo mite rispetto a un fatto così grave che ha duramente colpito non solo la famiglia ma tutta la città’. Mi auguro che il Pubblico Ministero, data la diversità fra le richieste e la sentenza, ricorra in appello e, in quella sede, la sentenza possa essere rivista per non lasciare in tutto il mondo degli sportivi romani un senso di profonda ingiustizia».